martedì, 11 Giugno 2024

Si è conclusa la prima edizione di CYBSEC-EXPO

Dopo tre giorni di esposizioni e di convegni si sono brillantemente concluse l’edizione inaugurale della CYBSEC-EXPO e della terza edizione della PIPELINE & GAS EXPO, andate in scena a Piacenza dal 29 al 31 maggio scorsi.

I circa 2.500 visitatori qualificati hanno reso la fiera molto fruttuosa per diversi clienti, che si sono detti tutti – o quasi – molto soddisfatti. I convegni, che avrebbero dovuto essere un contorno, si sono rivelati uno dei punti chiave, specialmente quelli legati al mondo della cybersicurezza.

Se quelli di Allestimenti & Trasporti, Ship2Shore e RID – Rivista Italiana della Difesa, andati in scena il primo giorno, hanno riscosso un grande successo, quelli svoltisi nei due giorni successivi non sono stati da meno.

Mattina

Il day two è stato aperto dal convegno organizzato da SOPHOS, azienda fornitrice di sistemi di sicurezza informatica, dal titolo “Come districarsi nel labirinto sempre più complesso della cybersicurezza. Le aziende hanno bisogno di una guida esperta?”

La risposta di Massimiliano Catanzaro, Sales Engineer, è si. Come riportato dal report “The State of Ransomware”, realizzato dalla stessa azienda informatica sulla base di censimenti effettuati a specialisti IT di varie aziende, è emerso che nel 2024 gli attacchi ransomware rappresentano i due terzi degli attacchi totali. E le spese per sostenerli, ovvero per riprendersi dai danni subiti, ammontano, solo nel 2023, a 2,73 milioni di dollari. Gli hacker, che scelgono le loro vittime in base ad uno studio approfondito, sfruttano le vulnerabilità della vittima e, nella maggior parte dei casi, cercano di compromettere il backup, impedendo agli attaccati di ripristinare i propri dati.

Oltre alle solite raccomandazioni, che sono quelle di cercare il più possibile di fare prevenzione, per esempio installando le patch, gli aggiornamenti e preparando un piano d’azione in caso di attacco, Sophos mette a disposizione una serie di prodotti sviluppati nei propri laboratori basati su controlli di sicurezza, rilevamento e risposta alle minacce e ottimizzazione e automazione dei risultati.

In particolare Intercept X, prodotto volto alla prevenzione che mitiga gli sfruttamenti delle vulnerabilità, blocca i remote ransomware, gli attacchi web e tutto ciò che rappresenta una minaccia ma, a differenza di altri, individua comportamenti riconducibili ad active adversary e si mette in modalità protezione, non permettendo all’user di compiere una serie di azioni che altrimenti sarebbero fatte tranquillamente (come, ad esempio, riavviare il dispositivo), fino a che non viene avvisato l’amministratore della presenza ostile di qualcuno.

Pomeriggio

Durante il pomeriggio della seconda giornata si sono tenute due conferenza di estremo interesse: in una sala sono stati approfonditi i compiti della Polizia Postale e delle Comunicazioni nell’ambito della Cyber sicurezza con il Vice Questore Claudia Lofino, l’Ispettore, Responsabile e Referente N.O.S.C. di Bologna Maurizio Tonnellotto e il Sostituto Commissario Walter Verardi.

I tre membri della Polizia di Stato hanno dapprima parlato della situazione della cybersecurity in Italia e delle varie tipologie di attacchi che più colpiscono i server della nostra penisola, per poi concentrarsi sulla spiegazione delle proprie mansioni e, infine, sui metodi più efficaci per difendersi e reagire a questi attacchi.

Leggi anche: Chiusa la prima giornata della CYBSEC-EXPO: ampio successo dei convegni

Nella seconda sala, invece, l’ente nazionale di normazione per le Tecnologie Informatiche e loro applicazioni UNINFO, ha portato al tavolo dei relatori quattro personaggi di spicco: Cesare Gallotti, consultanti in information security, Fabio Guasconi, Presidente della commissione sulla Sicurezza informatica e Stefano Ramacciotti, Presidente (ISC)2 Italy Chapter. Aggiunta -graditissima- dell’ultimo minuto è stato Pietro Leo, IBM Executive Architect.

Durante il convegno si è parlato delle certificazioni esistenti per quanto riguardala sicurezza di informazioni, dati personali e dei prodotti informatici, delle normative vigenti e di quelle prossime all’entrata in vigore e del lavoro di UNINFO in tal senso.

Così si è conclusa la seconda giornata di fiera, ricca di visitatori, che ha suscitato la soddisfazione di organizzatori ed espositori.

È possibile consultare gli atti dei convegni sul sito della fiera o a questo link

Latest article