martedì, 23 Luglio 2024

Grosso attacco hacker paralizza le concessionarie automobilistiche statunitensi

Due settimane fa, a Hoffman Estates, Illinois, USA, una società chiamata CDK Global ha annunciato di aver subìto un attacco hacker che ne ha paralizzato i software. Questi software, però, vengono forniti a circa 15mila concessionarie di auto sparse per lo Stato, che dalla metà del mese di giugno a questa parte sono costrette a fare a meno dei servizi digitali e devono ricorrere a carta e penna.

Stiamo cercando di capire cosa abbia causato questo incidente informatico. Per cautela abbiamo spento la maggior parte dei nostri sistemi e stiamo cercando di far ripartire tutto nella maniera più rapida possibile“, aveva dichiarato un portavoce dell’azienda nei giorni successivi all’incidente. Ciononostante, i software non sono ancora tornati online, le concessionarie di auto che si affidano ai servizi di CDK Global sono ancora in difficoltà e non si hanno indicazioni certe (anche se si presume si possa trattare di ransomware) sulla natura dell’attacco.

Per ironia della sorte, tra l’altro, la società statunitense vanta sul proprio sito la fornitura di servizi di cybersecurity per prevenire gli attacchi hacker.

Leggi anche: Un’agenzia di stampa polacca è stata hackerata e ha iniziato a trasmettere fake news

La preoccupazione del settore

L’azienda Rockwell Automation, che si occupa di automazione industriale, ha lanciato un sondaggio rivolto ai produttori e fornitori di veicoli, il quale ha rivelato una preoccupazione crescente nel settore nei confronti della sicurezza informatica. In base alle risposte dei 182 leader sparsi in 15 paesi del mondo, gli attacchi hacker sono balzati dal nono posto dello scorso anno al primo nella classifica delle preoccupazioni esterne all’azienda.

Le cause sono soprattutto la sempre maggiore connessione dei veicoli alla rete Internet, oltre al rischio provocato dalla crescente automatizzazione dei macchinari industriali e delle catene di fornitura.

Il rapporto di quest’anno evidenzia la pressante necessità per le case automobilistiche di dare priorità alla gestione del cambiamento organizzativo e di adottare tecnologie che potenzino le capacità della loro forza lavoro“, ha dichiarato James Glasson, Vice Presidente, global industry – auto, tyre & advanced mobility presso Rockwell Automation.

Cybsec-news.it vi invita alla prossima edizione della CYBSEC-EXPO, in programma a Piacenza nel 2025.

Latest article