...

venerdì, 1 Marzo 2024

Ospedale di Chicago paralizzato da un cyberattacco

Il Lurie Children’s Hospital, il più grande ospedale pediatrico non solo di Chicago, ma di tutto il Midwest, è stato paralizzato da un attacco hacker. I tecnici, per poter ripristinare i servizi, hanno dovuto prima rendere offline l’intera struttura.

Nonostante i sistemi informatici fossero in tilt l’ospedale ha comunque mantenuto le sue regolari funzioni, fornendo assistenza ai piccoli pazienti.

Come parte della nostra risposta a questa questione, abbiamo messo offline i sistemi di rete. In qualità di fornitore leader di cure pediatriche nell’Illinois, la nostra priorità assoluta è continuare a fornire cure sicure e di qualità ai nostri pazienti e alle comunità che serviamo“, si legge nella dichiarazione rilasciata da un funzionario dell’ospedale.

Leggi anche: UNINFO concede il patrocinio alla CYBSEC-EXPO 2024

É stato infatti creato un call center per cercare di arginare l’emergenza fino al ripristino delle funzionalità dei siti.

Nel frattempo, sempre secondo la nota rilasciata, l’ospedale starebbe indagando attivamente e con estrema attenzione insieme ad esperti e forze dell’ordine per capire l’origine dell’attacco e scongiurarne ulteriori in futuro. Ciononostante non è stato reso noto se l’attacco sia stato di tipo ransomware e a scopo ricattatorio e nessun gruppo hacker ha rivendicato la malefatta.

Il Lurie Children’s Hospital non è l’unica struttura sanitaria di Chicago vittima di cyberattacchi ultimamente: all’inizio dell ascorsa settimana il Saint Anthony Hospital ha scoperto un attacco subito a dicembre. Inoltre, altri ospedali dell’Illinois hanno riportato attacchi negli ultimi mesi, come il Morris Hospital & Healthcare Center e il Sarah D.Culbertson Memnorial Hospital.

Cybsec-news.it vi invita alla prima edizione di CYBSEC EXPO, in programma a Piacenza dal 29 al 31 maggio 2024!

Latest article

Seraphinite AcceleratorOptimized by Seraphinite Accelerator
Turns on site high speed to be attractive for people and search engines.